SAMB – AVEZZANO 3-1

SAMBENEDETTESE: 1 Coco, 3 Pagliari, 6 Arrigoni, 8 Scimia (43’st Sbardella), 9 Tomassini (32’st Martiniello), 11 Battista (19’st Fabbrini), 15 Zoboletti, 17 Pezzola, 23 Sirri (c), 37 Toure (29’st Cardoni), 65 Senigagliesi (39’st Barberini)
All: Lauro
A disp: 12 Grillo, 5 Sbardella, 10 Fabbrini, 14 Barberini, 24 Pietropaolo, 33 Orfano, 77 Cardoni, 80 Mbaye, 96 Martiniello

AVEZZANO: 12 Cultraro, 3 De Lorenzo (19’st Kabwanga), 9 Roberti (c), 10 Senesi, 14 Verna (29’st Forte), 16 Luciani (11’st Onazi), 18 Rotondi, 20 De Silvestro (11’st Ortolini), 23 Filippini (37’st Bolo), 55 Mascella, 99 Damcevski
All: Ferazzoli
A disp: 1 Brusca, 2 Giacalone, 6 Kabwanga, 13 Onazi, 17 Marzuillo, 21 Bolo, 33 Cattaneo, 90 Forte, 92 Ortolini

Arbitro: Gerardo Simone Caruso di Viterbo
Assistenti: Marco Alfieri di Prato e Luca Perlamagna di Carrara

Reti: 6’pt Senesi (A), 24’pt Scimia (S), 39’pt Pagliari (S), 45’st Fabbrini (S)
Recupero: pt 2′; st 6′
Ammoniti: 26’st Onazi (A), 28’st Toure (S)
Angoli: 7-2
Spettatori: 4.877 (di cui 201 ospiti)

Crederci sempre, fino alla fine. E la Samb lo sa bene, dandone prova tangibile di fronte ad un pubblico inizialmente infreddolito dalle rigide temperature gennaiole, ma surriscaldatosi poi dalla verve rossoblù che ha infiammato il rettangolo verde del Riviera.
Sulla carta l’Avezzano, a pari punti con i rivieraschi, è un banco di prova ostico, ma quale miglior occasione di riscatto se non una vittoria per rosicchiare più punti possibili alla capolista Campobasso?
L’avvio di gara non si mostra benigno con i rossoblù che al 6′ incassano il colpo di Senesi su assist di De Silvestro. Poco più tardi di nuovo i biancoverdi ad impensierire i padroni di casa con un colpo di testa di Mascella sventato abilmente da Coco. La Nord alza la voce e l’effetto in campo comincia a dare i suoi frutti e al 24′ arriva la freccia scoccata da Scimia a ristabilire lo status quo dopo una situazione rocambolesca in cui l’ex di giornata trova la ghiotta opportunità per prendersi gli applausi sotto la Nord. La Samb spinge e comprime nella propria metà campo l’Avezzano che subisce le manovre offensive di un inarrestabile Senigagliesi, incubo della fascia destra avversaria il quale, al 38′, serve al bacio Pagliari che di scivolata la infila dentro per il 2-1. Secondo gol consecutivo e terzo in campionato per l’ex Ternana che dimostra sempre più di essere un puntello essenziale di questa squadra.
Nella ripresa la Samb vuole chiudere il match e ci prova sin dai primi giri di orologio con Toure e con Tomassini. Ma è a seguito della girandola di cambi che gli uomini di Lauro trovano il tris per opera dell’ultimo acquisto Fabbrini che, con gran tecnica e precisione, mette con le spalle al muro Cultraro.
Tre punti preziosissimi che sgranocchiano due lunghezze essenziali contro i lupi molisani inchiodati dall’1-1 contro l’Atletico Ascoli. Una vittoria meritata a ribadire che il campionato è ancora lungo e che i sogni, se coltivati, possono diventare realtà. Basta crederci.
E ora sotto, nell’anticipo di sabato 27 gennaio, con l’Alma Juventus Fano. Dove vincere è d’obbligo.

ULTIMI ARTICOLI