L’AQUILA 1927 – SAMB 1-0

L’AQUILA 1927: 12 Michielin, 2 Bellardinelli (25’st 24 Mandrelli), 13 Alessandretti, 25 Brunetti, 3 Giuliodori (49’st 14 Orsi), 8 Del Pinto (21’st 7 Costa Ferreira), 6 Angiulli, 16 Di Santo, 10 Banegas, 9 Marcheggiani (25’st 27 Persiani), 18 Origlio (39’pt 23 Mantini)
All: Cappellacci
A disp: 22 Cerroni, 5 Modesti, 17 Mengani, 20 Alessandro

SAMBENEDETTESE: 33 Ascioti, 15 Zoboletti, 5 Sbardella, 17 Pezzola, 24 Pietropaolo (32’st 3 Pagliari), 30 Bontà (9’st 9 Tomassini), 6 Arrigoni, 37 Toure (44’st 80 Mbaye), 65 Senigagliesi, 96 Martiniello (25’st 11 Battista), 10 Fabbrini (36’st 8 Scimia)
All: Lauro
A disp: 1 Coco, 14 Barberini, 23 Sirri, 77 Cardoni

Arbitro: Stefano Striamo di Salerno
Assistenti: Tommaso Tagliafierro di Caserta e Giovanni Ciannarella di Napoli

Reti: 15’st aut. Sbardella
Recupero: pt 2′; st 6′
Ammoniti: 2’pt Pezzola (S), 29’pt Martiniello (S), 37’pt Origlio (A), 13’st Toure (S)
Angoli: 2-5
Spettatori: 4.000 ca di cui 700 provenienti da San Benedetto

Era la partita del dentro o fuori. Seconda contro terza, a dividerle solo una lunghezza. Il match che avrebbe dovuto riaccendere le speranze e, invece, le ha spente (quasi) del tutto. Una deviazione che non ci voleva che ha portato alla vittoria L’Aquila, aumentando il distacco della Samb di 8 punti dalla capolista Campobasso.
Prima del match scambio di doni tra il Presidente Massi che ha omaggiato il primo cittadino aquilano Pierluigi Biondi con un mazzo di rose bianche in ricordo delle vittime del terremoto al suo quindicesimo anniversario ed il sindaco che ha donato, di contro, una targa di ringraziamento.
La gara si fa subito pericolosa per la Samb che al 7′ riceve il primo brivido con Banegas che colpisce il palo; poco dopo è Marcheggiani a tentare la sorte ma la palla termina a lato di un soffio. Al 14′ tiro-cross di Fabbrini in area, Bellardinelli stoppa con la mano ma l’arbitro lascia proseguire tra le proteste dei tifosi ospiti. Gara che scivola via fino alla fine del primo tempo paupera di emozioni, ad eccezione dello spettacolare colpo d’occhio offerto da entrambe le tifoserie.
Nella ripresa la Samb parte forte con Martiniello al 2′ con un pallonetto dalla distanza ma la palla finisce di poco a lato. Al 15′ la doccia ghiacciata per gli uomini di Lauro: Giulidori va al tiro, Sbardella nel tentativo di allontanare la palla insidiosa la devia nella propria porta portando avanti i padroni di casa. L’Aquila cerca il raddoppio prima al 28′ con Banegas dalla distanza, poi con una forte conclusione di Angiulli, nel frattempo la Samb appare spenta e priva di idee e non riesce ad incidere nemmeno nelle fasi finali del match.
Gara che si chiude sull’1-0 in favore dei rossoblù abruzzesi che si avvicinano a 4 punti dal Campobasso.

ULTIMI ARTICOLI